Sanità

Accordo tra Asl AT e Comune: 100 posti auto in più intorno all’ospedale Cardinal Massaia di Asti

Dalla prossima settimana cento posti auto in più saranno a disposizione degli utenti dell´ospedale Cardinal Massaia: è l´accordo a cui sono pervenuti questa mattina il direttore generale dell´Asl AT, Luigi Robino, e il vicesindaco del Comune, Sergio Ebarnabo al termine di un sopralluogo in via Pertini che ha coinvolto anche Riccardo Saracco, comandante dei vigili urbani, e Secondo Mattalia dell´Assessorato ai Lavori Pubblici.
Asl e Comune hanno convenuto sull´utilizzo di un appezzamento di via Pertini a poca distanza dalla rotonda della Croce Rossa e dall´ingresso al parcheggio sotterraneo del Massaia. Il terreno, in virtù di un accordo siglato nel 2009 dai due enti, è di proprietà del Comune e verrà presto acquisito dall´Asl. Sullo stesso appezzamento il Comune aveva già in programma la realizzazione di un posteggio a doppia lisca di pesce, con corsia centrale, per un centinaio di stalli.
"Lo stesso numero di posti – chiarisce il direttore generale Robino – che l´Asl otterrà con una sistemazione provvisoria del terreno: avvieremo i lavori a partire da oggi, in modo da mettere a disposizione dell´utenza il parcheggio a partire dalla prossima settimana. Si tratta di una prima risposta, in accordo con l´Amministrazione Comunale. In futuro sarà potenziato ulteriormente il sistema dei posteggi, nell´area dell´ospedale, attraverso nuovi progetti come la riconversione dei posteggi di via Pertini a lisca di pesce e la realizzazione della pista di atterraggio per l´elisoccorso".
"La creazione del parcheggio provvisorio – sottolinea il vicesindaco Sergio Ebarnabo – nasce dall´azione congiunta di Comune e Asl e vuole dare una risposta immediata e concreta alle esigenze manifestate dalle migliaia di cittadini che ogni giorno si rivolgono al Massaia".
L´entrata del nuovo posteggio, indicato con un´apposita segnaletica, avverrà da via Pertini, mentre l´uscita si affaccerà sulla strada che conduce all´Istituto Agrario Penna.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Facebook Page

Facebook Pagelike Widget
error: Content is protected !!