Questo sito contribuisce
alla audience di
Adnkronos Salute e Benessere

Tumori: di corsa contro cancro al seno, torna la ‘Race for the cure’

Roma, 7 mag. (AdnKronos Salute) – Di corsa contro il tumore al seno. Torna a Roma dal 17 al 20 maggio la XIX edizione della Race for the cure organizzata da Susan G. Komen Italia. Quattro giorni di salute, sport e benessere per la prevenzione oncologica al femminile. L’anno scorso sono stati più di 65 mila gli iscritti, ma quest’anno gli organizzatori puntano al record di 75mila. L’edizione 2018, presentata oggi al Coni, vede testimonial Rosanna Banfi e Maria Grazia Cucinotta, e anche la novità dei ‘Capitani famosi’: Tiziano Ferro, Claudia Gerini, Alessandro Borghese, Fiorello, Carlo Verdone, Alessandra Amoroso e tanti altri nomi. Sui social questi personaggi hanno invitato i propri fan a iscriversi alla manifestazione per formare delle squadre per partecipare alla storica maratona di 5 chilometri o alla passeggiata di 2.

“La mortalità del tumore al seno è in diminuzione del 2% all’anno – ha spiegato Riccardo Masetti, presidente di Komen Italia – oggi abbiamo prevenzioni e cure migliori. Se il cancro al seno viene identifico in fase iniziale le percentuali sono migliori. Rimane il tumore che colpisce di più le donne, con 50 mila nuovo casi l’anno e 12 mila pazienti che non ce la fanno, quasi una ogni ora. Quello che deve essere fatto è aiutare più donne a superare le paure che le bloccano nel fare i controlli”. Anche quest’anno si potranno fare controlli, consulenze specialistiche ed esami diagnostici nel villaggio allestito al Circo Massimo.

Chi da anni è in prima linea è Rosanna Banfi: “E’ importante aprirsi agli altri nel momento più difficile. Il cancro al seno per anni è stato collegato a qualche colpa della donna, ma ora non è più così. Serve parlarne anche dal primo giorno fino a quando riusciremo a distruggere questa bestia. Più se ne parla – ha ricordato Banfi – meno le donne hanno paura. E’ questa che incide di più, bisogna controllarsi perché solo in questo modo si è in tempo per agire. Serve un minuto, un incontro con il medico, occorre ritagliarsi e programmare il tempo per una visita. Io dopo la malattia ho trovato una nuova spinta e nuova energia”.

A fare gli onori di casa al Coni il presidente Giovanni Malagò: “Prevenzione, prevenzione, prevenzione. Sono felice che ormai ci siamo ‘sposati’ con la Race for the cure – ha detto Malagò scherzando con Masetti – Il Coni partecipa ormai da anni e sono orgoglioso del supporto che diamo. In questa settimane abbiamo tante iniziative sportive, ma a questa ci tengo particolarmente”.

Matera sarà capitale europea della cultura nel 2019 e la Komen Italia, in collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019, ha dato vita ad un percorso di promozione della salute femminile e della prevenzione incentrato sui temi culturali. Il percorso, articolato su più eventi, culminerà a settembre 2019 con l’organizzazione a Matera di una ‘Race for the cure’ a carattere europeo.

Intanto, per iscriversi alla manifestazione la donazione minima è di 15 euro che darà diritto a ricevere – fino ad esaurimento – il pettorale, la borsa gara con tanti omaggi delle aziende partner e la t-shirt da collezione della manifestazione. Grazie ai fondi raccolti con la Race for the cure di Roma, Bari, Bologna e Brescia e con le tante altre iniziative istituzionali, dal 2000 a oggi l’associazione ha investito più di 15 mln di euro in oltre 800 nuovi progetti per la salute della donna.

Gruppo Salatto

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

/* ]]> */