Questo sito contribuisce
alla audience di
Adnkronos Salute e Benessere

Psicologia: ansia da Brexit, esperti Gb offrono sedute gratis

Milano, 12 giu. (AdnKronos Salute) – Hanno votato per restare in Europa e ora vivono con forte apprensione l’avvicinarsi del momento dell’addio. Una nuova sindrome sembra farsi strada fra i britannici. E’ l’ansia da Brexit che, secondo un sondaggio, starebbe logorando non pochi sostenitori del ‘remain’. Tanto che un gruppo di psicoterapeuti si è offerto volontario per fornire fino a 10 sedute gratuite a chi sta sperimentando il trauma dopo la vittoria al referendum dei ‘sì’ all’uscita del Regno Unito dall’Ue.

I promotori dell’iniziativa – un team di terapisti e psicologi professionisti dell’Existential Academy di Londra – hanno spiegato che l’iniziativa mira a evitare che queste persone “vengano risucchiate in un vortice di tristezza e senso di condanna” di fronte alla prospettiva della Brexit. La decisione degli esperti arriva dopo l’esito di una survey su 1.300 votanti favorevoli al remain. Alla domanda riguardante le proprie emozioni sul voto, le risposte più comuni sono state “devastato”, “arrabbiato”, “depresso”, “tradito” e “schiacciato dalla vergogna”.

Il pacchetto di consulenze di psicoterapia è stato battezzato ‘Servizio di supporto emotivo per gli europei’ e a guidarlo è Emmy van Deurzen, professoressa di psicoterapia alla Middlesex University e fan appassionata del remain.

L’esperta, riporta ‘The Guardian’ online, ha descritto i sentimenti con cui si misurano i britannici che temono la Brexit. Il sondaggio, ha argomentato van Deurzen, ha rivelato come queste persone sentano che “le loro vite sono state completamente stravolte”.

“Il voto – ha scritto in un post per la ‘British Psychological Society’ – ha colpito il nucleo della loro identità e continua a dominare la loro esperienza quotidiana. Alcuni sono ancora sotto shock e non riescono a credere che stia succedendo”.

I sostenitori della Brexit potrebbero liquidarle come delle sciocchezze, ma Van Deurzen è convinta che il fenomeno non sia da sottovalutare e che chi non cerca aiuto rischi di peggiorare la sua ansia. Per l’esperta il voto ha già avuto un effetto profondo su molti dei circa 3,5 milioni di cittadini europei che vivono nel Regno Unito. “Sappiamo che centinaia di migliaia di persone sono così profondamente ferite che hanno già lasciato il Paese o stanno pianificando di farlo dopo la Brexit”, ha concluso.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

/* ]]> */