Questo sito contribuisce
alla audience di
Adnkronos Salute e Benessere

Pediatria: Unicef, violenze e abusi per 15 mln ragazze nel mondo

Milano, 9 ott. (AdnKronos Salute) – Ancora oggi nel mondo le bambine e le ragazze sono esposte a numerosi rischi che compromettono lo sviluppo del loro pieno potenziale. Fra questi rientrano rapporti sessuali forzati e altri tipi di violenza sessuale e lo spettro dell’Hiv, che continua a colpire duramente: “Ogni 3 minuti un’adolescente viene contagiata dal virus”. A lanciare l’allarme è l’Unicef in vista della Giornata internazionale delle bambine e delle ragazze che si celebrerà giovedì 11 ottobre.

Se, da un lato viene segnalato che a livello globale circa 131 milioni di ragazze sono fuori dalla scuola e che, ai tassi di progresso attuali, entro il 2030 oltre la metà delle ragazze del mondo non sarà in grado di raggiungere le competenze di base – alfabetizzazione e capacità di calcolo – di livello secondario, dall’altro lato si ricordano anche le violenze e gli abusi a cui sono esposte. Ogni anno, denuncia l’Unicef, 12 milioni di ragazze diventano spose bambine. E, senza un’ulteriore accelerazione, oltre 150 milioni in più si sposeranno prima del loro 18esimo compleanno entro il 2030. Circa 15 milioni di ragazze adolescenti tra i 15 e i 19 anni sono state costrette a rapporti sessuali o altri tipi di violenza sessuale durante la loro vita.

Per quanto riguarda i contagi da Hiv, nel 2017 – spiega l’Unicef – ogni ora, circa 30 adolescenti tra i 15 e i 19 anni sono stati colpiti dal virus. Di questi, i due terzi sono ragazze. Complessivamente si parla di circa 1,2 mln di teenager infetti, e 3 su 5 sono di sesso femminile.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Gruppo Salatto
error: Content is protected !!
/* ]]> */