Questo sito contribuisce
alla audience di
Adnkronos Salute e Benessere

Pediatria, Anelli (Fnomceo): circoncisione sia inserita nei Lea

Roma, 24 dic. (AdnKronos Salute) – “La circoncisione non è nei Lea, per questo viene eseguita fuori dai presidi sanitari. Una discriminazione che non trova ragione, perché basata su distinzioni religiose”. A sottolinearlo all’Adnkronos Salute è il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri, Filippo Anelli, che dopo la morte di uno dei due gemellini nigeriani sottoposti a circoncisione rituale in un appartamento a Monterotondo, lancia un appello per l’inserimento della procedura nei Lea.

“Ogni cittadino – ricorda Anelli – è uguale davanti alla salute in Italia, e secondo l’art. 3 della Costituzione non può essere discriminato per motivi religiosi. Anche noi ci associamo all’appello lanciato da Foad Aodi e dall’Ordine di Roma alla ministra della Salute Giulia Grillo – conclude – perché metta in atto ogni strumento per evitare le discriminazioni su base religiosa”. L’inserimento di questa pratica nei Lea toglierebbe spazio a ‘praticoni’ e sedicenti operatori a tutela della salute dei piccoli pazienti.

Aggiungi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Gruppo Salatto
error: Content is protected !!
/* ]]> */