Salute Top news

Le patologie invernali: la prevenzione e la cura del mal di gola

L’arrivo dell’inverno segna, per molte persone, l’inizio dei primi malesseri stagionali come ad esempio: tosse, raffreddore e mal di gola.

Quest’ultima risulta essere tra le patologie più fastidiose perché oltre ad un dolore locale comportano la difficoltà a mangiare, deglutire e in alcuni casi anche a dormire. Il mal di gola nella maggior parte dei casi è un’infezione di natura virale o batterica, può essere molto importate riuscire a capire tempestivamente l’origine così da agire per arginare il dolore.

Mal di gola virale o batterico

La patologie in forma virale è la più comune e generalmente si presenta con i disturbi in maniera più lieve. I normali sintomi quali fastidio e gola arrossata sono spesso accompagnati da mal di testa e una piccola alterazione della temperatura corporea che spesso scompare nell’arco di quale giorno. Al contrario quando siamo in presenza di un mal di gola di natura batteria allora la febbre sarà alta, molto probabilmente le tonsille ingrossate e coperta da alcune placche. Quando siamo in presenza di forti disturbi alla gola è sempre opportuno recarsi dal medico per valutare la natura della patologia e intraprendere la cura più adeguata.

Gli errori da non commettere con il mal di gola

Quando si è affetti da mal di gola uno dei primi pensieri è bere qualcosa di caldo, ma attenzione perché in alcuni casi si rischia di avere l’effetto contrario e aumentare l’irritazione della mucosa della gola. Questo è solo uno dei consigli di NeoBorocillina sul mal di gola. Altro rimedio casalingo che potrebbe peggiorare l’irritazione della mucosa  è il gargarismo con il limone. Per prevenire il mal di gola è opportuno cercare di evitare il più possibile gli sbalzi di temperatura e ricordasi di non trascurare l’idratazione bevendo molta acqua, possibilmente a temperatura ambiente, durante tutto l’arco della giornata.

Come curare il mal di gola

Lenire l’infiammazione della gola è possibile grazie a  spray e pastiglie che agiscono in maniera locale sulla causa principale del dolore.  Ma è importate scegliere il prodotto più adatto alla propria esigenza. In commercio tali parafarmaci si dividono in tre categorie. Antinfiammatori adatti per ridurre l’infiammazione, antisettici come la parola stessa suggerisce sono da preferire quando si ha la necessità di eliminare la carica microbica e infine prodotti con azione balsamica per dare sollievo e stimolare  il muco protettivo.

Aggiungi un commento

Clicca qui per aggiungere un commento

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica