Medicina e chirurgia

Influenza: parte la vaccinazione in provincia di Chieti. Le raccomandazioni della Asl per evitare il contagio

Doctor giving a child an intramuscular injection in arm, shallow DOF

ospedale chieti2-2Vaccinarsi al più presto e adottare semplici, ma quanto mai efficaci, misure di igiene e protezione individuale per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza: sono le raccomandazioni basilari della campagna per la prevenzione e il controllo dell’influenza che da martedì prossimo, 10 novembre, sarà avviata anche nel territorio della Asl Lanciano Vasto Chieti.

I soggetti che rientrano nelle categorie a rischio potranno vaccinarsi gratuitamente nei centri vaccinali della Asl e presso il proprio Medico di medicina generale e Pediatra di libera scelta. Sono considerate a rischio le persone di età pari o superiore a 65 anni; i bambini di età superiore ai sei mesi, ragazzi e adulti fino a 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza; i bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale; le donne che all’inizio della stagione epidemica si trovino nel secondo e terzo trimestre di gravidanza; gli individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; medici e personale sanitario di assistenza; familiari e contatti di soggetti ad alto rischio; soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori; personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

Accanto alla vaccinazione, il Servizio di igiene epidemiologia e sanità pubblica della Asl, diretto da Ada Luisanna Mammarella Anchitella, suggerisce a tutti alcune precauzioni importanti, come il lavaggio delle mani (con acqua o con gel alcolici); una buona igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti e lavarsi le mani); l’isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale; l’uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano in ambienti sanitari (ospedali).

I centri vaccinali della Asl ai quali possono rivolgersi i cittadini sono quelli di Chieti (Vecchio Ospedale di via Valignani), Francavilla al Mare (presso Istituto Padovano in piazza San Franco), Ortona (piazza San Francesco, 1), San Giovanni Teatino (a Sambuceto in via Cavour), Guardiagrele (presso l’Ospedale in via Anello 15), Tollo (via Principessa di Piemonte), Orsogna (via G. Magno), Lanciano (Largo Don Minzoni), Atessa (piazza Garibaldi), Casoli (ex Ospedale Consalvi di via Aventino), Villa Santa Maria (via Roma, 32), Gissi (ex Ospedale Civile di via Italia), Vasto (via Michetti, 86), San Salvo (via Alcide De Gasperi), Castiglione Messer Marino (via Alcide De Gasperi, 1).

 

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com