Questo sito contribuisce
alla audience di

Candidosi

La Candida albicans è uno dei tipi di funghi che vivono e si moltiplicano all’interno del corpo della maggior parte degli esseri umani, e generalmente è innocuo. Il corpo umano è dotato di probiotici e cellule immunitarie che tengono questo fungo sotto controllo. Alcuni farmaci, le diete ad alto contenuto di zuccheri, allergie ed altri fattori possono causare la morte dei batteri benefici permettendo la proliferazione della Candida.

Candidosi è il termine che indica la proliferazione eccessiva, conosciuta anche come mughetto (candidosi orale) o infezione micotica vaginale (candidosi vulvovaginale). Il mughetto è caratterizzato dalla presenza di chiazze bianche all’interno del cavo orale, vicino all’ano o sulla cute. L’infezione colpisce i neonati e gli anziani, suscettibili anche i soggetti con un sistema immunitario gravemente compromesso, come i malati di AIDS e chi si sottopone a chemioterapia.

Infezione micotica vaginale, è la manifestazione di candidosi più frequente, provoca bruciore, prurito e dolore alla vagina, accompagnati da perdite dense e vischiose. Spesso è causata dall’uso di antibiotici, malnutrizione, squilibrio ormonale o una combinazione di questi fattori.

A volte il fungo si diffonde all’interno dell’organismo creando un’affezione conosciuta come candidosi sistemica. Questa patologia provoca l’insorgenza di diversi sintomi ed è spesso causa di un disturbo persistente e inspiegabile, ma non si riescono a individuarne le cause. Per i soggetti che hanno un sistema immunitario compromesso, la candidosi sistemica è una minaccia molto seria, può avvelenare il sangue.

I trattamenti migliori per risolvere la candida sono le terapie per riportare i livelli di questa malattia entro la norma. In base al soggetto, è necessario assumere diverse misure per limitarne la proliferazione. Uno degli accorgimenti da seguire è quello di eliminare o ridurre gli zuccheri semplici, e le sostanze simili, che sono nutrimento per i miceti. Inoltre, le terapie finalizzate ad eliminare la candida, come olio di origano e l’aglio, aiutano l’organismo a riportare il fungo a livelli controllabili. In molti casi di forma cronica è però necessario modificare il substrato biologico, cioè le condizioni e lo stato di salute del tratto digerente, degli organi di disintossicazione ed evacuazione, del sistema immunitario e dell’equilibrio ormonale. La sindrome di permeabilità intestinale è spesso uno dei problemi all’origine della forma cronica dell’infezione. Tende a favorire la proliferazione della flora batterica che si trova nel tratto digerente e in altre zone del corpo e che costituisce una componente essenziale delle difese immunitarie. Anche lo stress cronico può alterare la flora batterica e compromettere le funzioni immunitarie. L’uso della pillola anticoncezionale o di altre forme di ormoni di sintesi potrebbe favorire la proliferazione della candida, intaccando l’equilibrio ormonale. Ci sono casi in cui e potrebbe rendersi necessaria la prescrizione di farmaci antimicotici. È bene che siano utilizzati con moderazione e sotto il controllo medico.

Quali sono i sintomi del mughetto?

  • Chiazze bianche presenti nel cavo orale
  • Macchie rosse e infiammate sulla cute
  • Alitosi
  • Spessa patina sulla lingua
  • Secchezza delle fauci

Quali sono i sintomi dell’ infezione micotica vaginale?

  • Prurito, dolore e bruciore vaginale
  • Dense perdite giallastre
  • Bruciore durante la minzione

Quali sono i sintomi della candidosi sistemica?

Sono molti sintomi legati a questa patologia. In seguito le riportiamo i più diffusi:

  • Secchezza persistente
  • Stipsi
  • Diarrea
  • Colite
  • Dolore addominale
  • Prurito rettale
  • Infezioni a carico di reni e vescica
  • Dolore muscolare
  • Artrite
  • Ulcere da stomatite aftosa
  • Congestione
  • Tosse
  • Cefalea
  • Intorpidimento e formicolio agli arti
  • Scarsa memoria e concentrazione
  • Sbalzi d’umore (depressione, ansia)
  • Forma cronica di eruzioni cutanee infezioni micotiche a carico delle aree genitali ho delle unghie del piede
  • Allergie

Quali sono le cause della candidosi?

  • Uso prolungato e frequente di antibiotici o corticosteroidi, che impoveriscono la flora batterica
  • Funzioni digestive compromesse ed evacuazione anomale
  • Immunodepressione
  • Dieta ad alto contenuto di zuccheri
  • Allergie
  • Stress
  • Cambiamenti ormonali e contraccettivi orali
  • Invecchiamento

Tecniche di indagine

I seguenti esami possono aiutare a stabilire le cause metaboliche della candidosi:

  • Valutazione dei livelli di Candida – esame delle feci, del sangue (anticorpi) o delle urine (metaboliti dei lieviti)
  • Permeabilità intestinale – esame delle urine

Come curare la candida: il trattamento

La dieta

Alimenti consigliati: È bene che i pasti contengano verdure fresche, cereali integrali e fonti di proteine magre come fagioli, lenticchie, pesce e pollame da allevamenti biologici. Questi cibi hanno un elevato apporto di nutrienti e sostengono il sistema immunitario. Per ripristinare la flora batterica, è bene consumare ogni giorno yogurt non zuccherato o un prodotto contenente fermenti vivi come crauti e miso. Il lievito di birra non favorisce la presenza di candida e migliora le funzioni immunitarie, per questo va aggiunto alle insalate e ad altre pietanze. Gli alimenti ricchi di clorofilla e le bevande verdi migliorano le difese immunitarie. Si consiglia di bere 8 bicchieri di acqua pura al giorno per eliminare le tossine. Consumare uno o due cucchiai di semi di lino macinati al giorno per le loro proprietà antimicotiche.

Alimenti da evitare: L’agente micotico che causa la candidosi si nutre di zucchero e lieviti. Per questo è assolutamente fondamentale eliminare i cibi che contengono queste sostanze, nella fase iniziale della cura. Molti di coloro che soffrono di candidosi hanno anche allergie non diagnosticate. Si consiglia di leggere la voce Allergie e intolleranze alimentari. Evitare i cibi contenenti muffa (formaggi stagionati, noci varie e burro di noci). Eliminare gli alimenti raffinati perché possono contenere zuccheri in quantità elevata. Ridurre l’uso di frutta e succhi di frutta nella fase iniziale del trattamento.

Disintossicazione: Consumare aglio, cipolla, clorella, spirulina, erba di grano e altri alimenti che favoriscono la disintossicazione.

Rimedi naturali contro la candidosi

7 PRESCRIZIONI FONDAMENTALI – CANDIDOSI

  1. Olio di origano (Origanum vulgare): Assumere 300 o 500 mg in capsule o in forma liquida (secondo la posologia indicata sulla confezione) tre volte al giorno durante i pasti per evitare disturbi digestivi.
  2. Probiotici: Assumere due volte al giorno un preparato contenente 4 miliardi di microrganismi attivi 30 minuti prima dei pasti. Queste sostanze favoriscono il prolificare di batteri benefici, come il Lactobacillus acidophilus e Bifidobacterium bifidum, che combattono la candida.
  3. Aglio (Allium sativum): Assumere da 500 a 1000 mg di aglio invecchiato 2 volte al giorno. Contrasta le infezioni micotiche e rafforza le difese immunitarie.
  4. Estratto di semi di pompelmo: Assumere 200 mg da 2 a 3 volte al giorno.
  5. Acido caprilico: Assumere 1000 mg 3 volte al giorno. Gli studi ritengono che questo acido grasso abbia proprietà antimicotiche.
  6. Radice di genziana (Gentiana lutea): Assumere 250 mg o da 0,5 a 1 ml all’inizio dei pasti. La genziana migliora i livelli di acidità gastrica e la funzione digestiva.
  7. Echinacea (Echinacea purpurea) e idraste (Hydrastis canadensis): Assumere 500 mg o 2-4 ml di tintura tre volte al giorno. Queste erbe aumentano le difese immunitarie. L’echinacea in particolare combatte gli agenti micotici.

Rimedi omeopatici contro la candidosi

Si consiglia di consultare un omeopata. Per problemi specifici legati alle infezioni da candida, si leggano le voci AIDS e HIV, Stipsi, Diarrea, Sindrome da stanchezza cronica, Cefalea, Sindrome dell’intestino irritabile.

Candida albicans 6D, 12D o 30D. Preparato omeopatico a base di candida che può essere utilizzato per stimolare il sistema immunitario a contrastare la candidosi. Assumere 2 granuli tre volte al giorno.

Aromaterapia: Per ridurre lo stress e rilassarsi, queste essenze al bagno, aggiunte all’inalatore o al diffusore ambientale posso dare ottimi benefici: camomilla, gelsomino, lavanda o rosa. Gli oli di melaleuca, di menta piperita e di mirra svolgono azioni antimicotiche. Utilizzare nei massaggi, nel bagno o per la preparazione di una compressa. L’olio di melaleuca può causare irritazioni, per questo utilizzarne solo poche gocce.

Fiori di Bach: Versare 10 gocce sotto la lingua e deglutire dopo 30 secondi. Il rimedio può essere assunto più volte all’occorrenza. Impatiens adatto per il nervosismo o la tensione o se non si riesce a stare seduti; Larch è adatto a chi soffre di mancanza di autostima che genera ansia in ambito lavorativo e sociale; Rock Water è utile quando l’indole perfezionista rende duri nei confronti di se stessi e degli altri.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Gruppo Salatto
error: Content is protected !!
/* ]]> */