Questo sito contribuisce
alla audience di

Artrite

L’artrite è un’alterazione a carico delle articolazioni che provoca gonfiore e dolore di intensità variabile. Con il termine artrite si indicano più di 200 patologie, ma la maggior parte di queste rientrano in due categorie: osteoartrite e artrite reumatoide. La prima è molto più frequente e colpisce circa 40 milioni di americani e l’80% della popolazione con più di 50 anni. Il dolore e l’infiammazione sono dovuti al deterioramento della cartilagine che si trova tra le ossa e previene lo sfregamento di queste tra di loro. La malattia colpisce le articolazioni maggiormente sollecitate come ginocchia, anche, spina dorsale e mani. Nonostante il danno alla cartilagine è riconducibile a lesioni e al normale stato di usura, l’artrite può peggiorare a causa di allergie alimentari, alimentazione scorretta e depositi minerali delle articolazioni. A volte lo stress mentale ed emotivo aumenta l’intensità del dolore. Anche i cambiamenti meteorologici come pioggia e bassa pressione possono acutizzare la patologia.

L’artrite reumatoide è un disturbo diverso. Alcuni esperti ritengono sia legato ad una reazione immunitaria inappropriata, per cui i leucociti aggrediscono la cartilagine delle articolazioni arrivando addirittura a distruggere le ossa, i muscoli e l’epidermide. Spesso i soggetti che ne sono colpiti sono invalidati a causa dell’intenso dolore. L’osteoartrite colpisce sia uomini che donne, mentre l’artrite reumatoide è 3 volte superiore nelle donne, ma colpisce soltanto il 2-3% della popolazione. L’artrite reumatoide può presentarsi a qualsiasi età, anche durante l’infanzia. È difficile prevedere il decorso della malattia che potrebbe scomparire dopo pochi mesi o peggiorare progressivamente. Non si sa di preciso quali siano le cause, tra i fattori che ne determinano l’insorgenza vi sono predisposizioni genetiche, alimentari, infezioni batteriche o virali, ambiente interno eccessivamente acido e la presenza di alcuni anticorpi nel sangue. Ci sono diverse terapie impiegate nella cura dell’osteoartrite sono efficaci per sedare il dolore e rallentare la diffusione della patologia. Fattori soggiacenti ad entrambe le patologie possono includere compromissione della funzione digestiva (viabilità intestinale), squilibri ormonali, carenze nutrizionali, allergie alimentari e stile di vita inappropriato.

Quali sono i sintomi dell’osteoartrite?

I sintomi si manifestano progressivamente, nel seguente ordine:

  • Rigidità mattutina
  • Dolore e gonfiore alle articolazioni
  • Limitazione del movimento deformità delle articolazioni (in alcuni casi)

Quali sono i sintomi dell’artrite reumatoide?

  • Infiammazione, dolore, ipersensibilità e pigmentazione delle articolazioni, solitamente localizzati in spalle, vomiti, polsi, dita delle mani e dei piedi
  • Rigidità mattutina
  • Noduli sottocutanei in corrispondenza delle articolazioni danneggiate
  • Deformità delle articolazioni in stadio avanzato
  • Spossatezza, perdita di peso, astenia e a volte febbre
  • Infezioni croniche

Quali sono le cause dell’osteoartrite?

  • Fratture o altre lesioni, anche quelle insorte in tenera età
  • Allergie alimentari
  • Regime alimentare ricco di grassi, alimenti di origine animale e altri cibi che favoriscono un ambiente interno acido
  • Eccesso di adipe che aumenta la sollecitazione meccanica sulle articolazioni
  • Stress emotivo
  • Digestione compromessa (puntata permeabilità intestinale, squilibrio della flora batterica)
  • Squilibrio ormonale
  • Squilibrio biomeccanico (come postura scorretta e anomalie dell’arco del piede)

Quali sono le cause dell’artrite reumatoide?

Le cause dell’artrite reumatoide non sono conosciute. È possibile che la patologia sia dovuta a molteplici fattori eziologici.

  • Reazioni autoimmuni (presenza del fattore reumatoide nel sangue, un gruppo anticorpi che aggrediscono i tessuti articolari)
  • Infezione (da microplasma, batterica o virale)
  • Proliferazione di batteri dannosi nel tratto gastrointestinale (disbiosi)
  • Allergie alimentari
  • Accumulo di metalli tossici
  • Stress emotivo

Tecniche di indagine

I seguenti esami di laboratorio possono stabilire le possibili reazioni metaboliche all’origine dell’artrite:

  • Test ormonale (estrogeni, progesterone, deidroepiandrosterone, cortisolo, fattore di crescita insulino-simile di tipo 1, ormoni tiroidei) – esame della saliva, delle urine o del sangue
  • Analisi dei livelli di insulina a digiuno – esame del sangue
  • Intolleranze/ allergie alimentari (incluso screening per la celiachia o intolleranza al glutine)
  • Permeabilità intestinale – esame delle urine
  • Analisi delle feci – esame dei batteri, parassiti, Candida e componenti alimentari
  • Analisi delle vitamine e dei minerali – esame del sangue e delle urine
  • Esame dei metalli tossici – analisi del capello o esame delle urine

Come curare l’artrite: il trattamento

La dieta

L’artrite può essere tenuta sotto controllo con una efficace dieta.

Alimenti consigliati: I semi di lino ed il pesce d’alto mare sono ricchi di acidi grassi e hanno importanti proprietà antinfiammatorie, per questo sono ottimi contro l’artrite. Ideale sono il salmone e lo sgombro. È bene ingerire molte fibre sotto forma di verdura cruda e di cereali integrali per favorire l’eliminazione dell’accumulo di minerali e acido, rimuovendo dall’apparato digestivo i batteri dannosi. Anche le verdure della famiglia delle crucifere, broccoli e cavolfiore, hanno proprietà antinfiammatorie. Prediligere gli alimenti ad alto contenuto di zolfo che promuovono la riparazione dei tessuti cartilaginei e ossei. È bene mangiare quotidianamente asparagi, cavolo, aglio o cipolla. Per lubrificare la cartilagine si raccomanda di bere molta acqua. La disidratazione è associata al dolore dell’artrite. L’ananas, sia naturale che sotto forma di succo, contiene un enzima chiamato bromelina che riduce l’infiammazione.

Alimenti da evitare: Un accumulo di acido nell’organismo provoca infiammazione che causa dolore. Per questo vanno evitati i cibi che aumentano l’acidità interna come carne rossa, uova, grassi saturi, olio, cibi fritti, zucchero, latticini, carboidrati raffinati, alimenti contenenti elevate dosi di glutine (pane, pasta e pasta per dolci), alcol e caffeina. I test per determinare la presenza di allergie o intolleranze aiutano a circoscrivere il gruppo di cibi dannosi (vedere la voce Allergie e intolleranze alimentari). Gli alimenti di origine animale aggravano l’infiammazione articolare. Si consiglia di mangiare pesce che contiene oli dalle proprietà antinfiammatorie. Le allergie causano infiammazioni e, nelle persone affette da artrite reumatoide, possono comprometterne ulteriormente il sistema immunitario. Le solanacee – pomodori, patate, melanzane e peperoni – contengono una sostanza chiamata sulla solacina che scatena reazioni allergiche e dolore in alcuni individui che mal la sopportano. Eliminare questi ortaggi dalla propria dieta per almeno 6 settimane.

Disintossicazione: Seguire un periodo di digiuno a base di succhi di verdura o acqua per sedare il dolore articolare. Si consiglia di rivolgersi a un nutrizionista. Il succo di limone e di pompelmo sono indicati nei periodi di digiuno per contrastare l’artrite. 5 ml di aceto di mele e altrettanto di miele in un bicchiere di acqua pura ogni giorno dà sollievo ai sintomi. Questo preparato aumenta la basicità dell’ambiente interno dell’organismo. Cibi a base di alimenti ricchi di clorofilla sono ottimi per la disintossicazione.

Rimedi naturali contro l’artrite

7 PRESCRIZIONI FONDAMENTALI – ARTRITE

  1. Glucosamina solfato: Assumere 1500 mg al giorno. I preparati vengono addizionati con 600-1200 mg di condroitina solfato, un composto simile alla glucosamina solfato che attenua il dolore e rigenera la cartilagine. I primi segni di miglioramento sono visibili dopo 4-8 settimane. Nota: La glucosamina e la condroitina solfato sono rimedi specifici per l’ osteoartrite.
  2. Multisulfonilmetano (MSM): Assumere da 2000 a 8000 mg al giorno. Questa sostanza è un antinfiammatorio naturale che contiene zolfo minerale, utile per integrare e fortificare la cartilagine. Ridurre le dosi in caso di diarrea.
  3. Olio di pesce: Assumere una dose al giorno di almeno uno, 1,8 mg di acido docosaesaenoico (DHA) e 1,2 mg di ecosapentaenoico (EPA), l’olio di pesce è una fonte di acidi grassi Omega 3 che riducono l’infiammazione e favoriscono la lubrificazione dell’articolazione. È più efficace dell’olio di semi di lino, che invece è indicato per i vegetariani. I primi segni di miglioramento si manifestano dopo 12 settimane.
  4. Complesso multivitaminico ad elevata efficacia: È un preparato ricco di antiossidanti vari che prevengono il deterioramento del tessuto articolare. Seguire la posologia indicata sulla confezione.
  5. Betaina cloridrato o digestivo a base di erbe amare: Questi rimedi aumentano i livelli di acidi gastrici e migliorano la digestione. Assumere durante i pasti seguendo la posologia indicata sulla confezione.
  6. Bromelina: Assumere 500 mg tre volte al giorno tra i pasti. Scegliere un preparato standardizzato per 2000 MCU/1000 mg, o 1200 GDU/1000 mg. Questa sostanza è un antinfiammatorio naturale. I prodotti contenenti proteasi sortiscono lo stesso effetto.
  7. Crema al peperoncino (Capsicum annuum): Applicare la crema sulla zona interessata fino a 4 volte al giorno per ridurre i sintomi. Scegliere una crema titolata allo 0,025-0,075% in capsaicina. Questa sostanza priva i nervi della sostanza P, un trasmettitore che veicola la sensazione del dolore.

Rimedi omeopatici contro l’artrite

Assumere 2 granuli alla 30C due volte al giorno. Interrompere la cura se si nota un miglioramento.

Apis (Apis mellifera) è indicato per le articolazioni gonfie e calde, con dolore pungente che si attenua con impacchi freddi. Questo rimedio è utilizzato nella cura dell’artrite reumatoide.

Arnica (Arnica montana) attenua il dolore soprattutto nell’osteoartite dovuta a lesioni.

Belladonna (Atropa belladonna) è impiegata quando le articolazioni si presentano calde, con bruciore, e i sintomi peggiorano con il movimento. Il dolore di gonfiore appaiono improvvisamente.

Bryonia (Bryonia alba) attenua le fitte dell’artrite caratterizzata da articolazioni calde e gonfie, quando i sintomi aumentano con il movimento. Le persone che traggono beneficio da questo rimedio tendono ad essere irritabili a causa del dolore.

Calcarea carbonica è ottima in caso di dolore articolare che si acutizza con l’umidità ed il freddo. Il soggetto è spesso sovrappeso e freddoloso.

Calcarea fluorica è indicata per l’artrite associata ingrossamento delle articolazioni, speroni ossei o ipermobilità articolare.

Calcarea phosphorica riduce il dolore osteoarticolare che aumenta con il freddo.

Dulcamara dona beneficio in caso di artrite dovuta al freddo e all’umidità.

Pulsatilla (Pulsatilla pratensis) è idonea per il dolore che coinvolge articolazioni differenti e i sintomi migliorano con l’aria fresca.

Rhus toxicodendron migliora l’artrite che peggiora con il freddo e l’umidità. Il sintomo principale è la rigidità, diminuisce con il movimento ed il calore.

Sulphur efficace contro l’artrite associata a bruciore.

Aromaterapia: Sono molti gli oli che aiutano a ridurre lo stress. Tra questi ci sono la camomilla, il gelsomino, la lavanda e la rosa. Il ginepro e la melissa nell’acqua da bagno favoriscono l’eliminazione dei depositi minerali e di acido nelle articolazioni. La camomilla, la lavanda e il rosmarino hanno effetti antinfiammatori. Si consiglia di unirli all’acqua del bagno o da applicare sulla zona dolorante. La lavanda è perfetta per i dolori reumatici. L’afflusso del sangue delle articolazioni è stimolato dal pepe nero, zenzero e eucalipto.

Fiori di Bach: Versare 10 gocce sotto la lingua e attendere 30 secondi prima di deglutire. Il rimedio può essere utilizzato più volte all’occorrenza. Utilizzare Rock Water per gli individui dal carattere inflessibile e critici nei confronti di se stessi e del prossimo; Hornbeam e Olive servono ad alleviare la stanchezza fisica ed emotiva indotta dal dolore. Se si è sensibili ai cambiamenti metereologici, utilizzare una combinazione di Hornbeam, Olive, Elm e Holly.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

Gruppo Salatto
error: Content is protected !!
/* ]]> */