Questo sito contribuisce
alla audience di
Adnkronos Salute e Benessere

Farmaci: azienda blocca esecuzione in Nevada, ‘non con nostro medicinale’

Roma, 12 lug. (AdnKronos Salute) – Bloccata in Nevada la prima esecuzione in 12 anni, per il ricorso di un’azienda farmaceutica. Un tribunale ha fermato l’esecuzione di Scott Raymond Dozier, 47 anni, condannato a morte per duplice omicidio, dopo il ricorso della Alvogen, azienda farmaceutica del New Jersey, che si era opposta all’utilizzo di un suo farmaco – il midazolam (un potente sedativo) – nella combinazione che avrebbe dovuto dare la morte al detenuto. Una novità anche legata alla carenza di diazepam nelle scorte della prigione, come si legge sul ‘Time’.

Alvogen ha accusato il Nevada di voler utilizzare illegalmente il sedativo (una benzodiazepina ad azione ultrabreve, utilizzata oggi nel campo dell’anestesia) per scopi non approvati. Dozier è tornato nel braccio della morte, mentre negli Usa si è aperto un dibattito su come applicare la pena capitale in un’era in cui le aziende farmaceutiche si oppongono sempre più spesso all’utilizzo dei propri prodotti a questo scopo. L’unica causa legale presentata negli Usa da un’altra azienda in Arkansas alla fine non ha avuto successo, ma cresce la resistenza del mondo del pharma.

Todd Bice, legale di Alvogen, ha spiegato che l’azienda aveva scritto allo Stato del Nevada in aprile annunciando l’opposizione all’uso di midazolam nelle esecuzioni. E in una nota la società ha precisato che continuerà a lavorare a livello legale per assicurare che i suoi prodotti non siano usati nelle esecuzioni.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

/* ]]> */