Questo sito contribuisce
alla audience di
Benessere e alimentazione

Dieta ed alimentazione: Come mantenersi svegli e produttivi

Alla base di una vita sana e produttiva c’è sempre una buona alimentazione. Ma quali sono i segreti di quelle persone, come i CEO di grandi aziende internazionali, che devono affrontare pressanti impegni quotidiani?

Si sa, l’importanza che si dà all’alimentazione rientra in uno stile di vita sano che possa garantire una giusta scorta di energie che sono il carburante per affrontare la giornata. Non tutte le giornate, però, sono uguali, esistono infatti persone che devo affrontare giornate lavorative molto più lunghe, in cui il tempo è dilatato anche dal grande carico di responsabilità che hanno.

Parliamo, ad esempio, di grandi nomi dell’industria, conosciuti in tutto il mondo, come Marco Tronchetti Provera, Sergio Marchionne o Luca di Montezemolo, solo per citarne alcuni, che danno prova sempre di grande forza ed energia pur trascorrendo al lavoro la maggior parte del loro tempo. È chiaro che la prima cosa ad animarli è la passione per quello che fanno, ma ci sono accorgimenti importanti a cui ricorrono per tenere testa a tutti gli impegni quotidiani. E, tra questi, entra in gioco l’alimentazione che, inserita in una dieta specifica, svela il segreto di come mantenersi svegli e produttivi anche in casi di particolare stress e carico lavorativo.

Sono abitudini che devono rientrare in uno stile di vita regolare e che devono aiutare a ricaricare le energie. Al bando le grandi abbuffate o, al contrario, i digiuni per mancanza di tempo: c’è bisogno di un giusto regime, sano ed equilibrato. Chi affronta impegni importanti ha bisogno di una dieta che riesca a fornire tutti i nutrienti necessari per mantenere attivi cervello e corpo. Seguire il chiaro schema della piramide alimentare può aiutare a capire in che modo deve avvenire la distribuzione del cibo su scala giornaliera e settimanale.

La giornata di un amministratore delegato o del Presidente di una grande società comincia sempre molto presto, anche perché spesso queste persone si trovano a dovere gestire riunioni o appuntamenti da una parte all’altra del globo terrestre e sono costretti a puntare la sveglia ad orari impossibili a causa del fuso orario. Questo non deve essere, però, una scusa per saltare la colazione. Il primo pasto della giornata, infatti, è per loro imprescindibile e deve fornire il 15% dell’energia totale giornaliera. Una buona macedonia di frutta, muesli e cereali, yogurt e una spremuta di arancia è il menù ideale per assecondare le esigenze di un organismo messo a dura prova. È

consigliabile anche bere un bicchiere di acqua tiepida con l’aggiunta del succo di ½ limone non filtrato: aiuta a depurare l’organismo e a prepararlo ad assorbire meglio il cibo. Meglio aspettare un po’ per la tanto agognata tazza di caffè: Jack Dorsey, CEO di Twitter e Square, prima di sedersi nel suo posto preferito e gustarsi la sua prima tazza di caffè, deve trascorrere un po’ di tempo in palestra e facendo meditazione. Come suggerito anche dalla piramide alimentare, infatti, anche l’attività fisica ha il suo ruolo in uno stile di vita sano, orchestrato da una dieta equilibrata che assicuri la giusta produttività. E fare fitness al mattino è uno degli escamotage che i grandi manager adottano, seguiti da un personal trainer, anche per aumentare il tasso metabolico giornaliero.

Una giusta idratazione è quello che serve per mantenersi freschi e svegli: si può sorseggiare acqua minerale, rigorosamente naturale, o bevande a base di sali minerali. L’apporto di vitamine è importante per il cervello e i centrifugati di frutta o verdura sono vivamente consigliati durante l’arco di tutta la giornata. Per mantenere attivo il cervello è anche importante il consumo di semi oleosi come mandorle, noci o nocciole.

Il pranzo di un CEO che ha bisogno di restare sveglio e attivo durante tutta la sua lunga giornata deve essere frugale ma ricco di tutti i nutrienti necessari. Il cervello, in continuo movimento, necessita di un apporto adeguato di carboidrati e un piatto di pasta integrale ne assicura la giusta quantità, meglio se condito con un sugo semplice, con verdure o pomodoro e, soprattutto, con 2 o 3 cucchiai di olio, rigorosamente extravergine d’oliva, ricco di polifenoli e altamente salutare.

Pesce o carne per secondo, ma in quantità moderate, accompagnati sempre da un piatto di verdure. Il caffè a fine pasto è consigliato, purché non si sia esagerato durate la mattina tra una riunione e l’altra.

Molto spesso, incarichi importanti sono anche sinonimo di una vita sociale intensa. Sono tanti infatti gli eventi a cui i CEO devono partecipare e spesso, in queste occasioni, il modo per cadere in tentazione c’è. Cibi molto calorici, bevande alcoliche o dolci troppo zuccherati sono un vero attentato alla dieta sana, ma se le indicazioni della piramide alimentare vengono seguite con la giusta cura e se l’attività fisica si svolge regolarmente, qualche strappo alla regola si può tollerare.

La cena di un CEO deve essere leggera ma gustosa, un ricco premio per una lunga giornata di lavoro, che lo possa riconciliare con il mondo e farlo rilassare in vista della prossima lunghissima giornata. Carne ai ferri, pesce, legumi e verdure sono i cibi che dovranno alternarsi, insieme a formaggi e latticini, sulla tavola della cena. Si sa che spesso si è costretti a cenare fuori, ma è facile riuscire a mantenere una dieta equilibrata anche al ristorante, se solo si desidera e sappiamo tutti che nel caso di lavori importanti e impegnativi, la forza di volontà è alla base di tutto.

GoSalute e InFormaTv insieme per l’informazione scientifica

/* ]]> */